Il consigliere regionale M5S Gabriele Bianchi al convegno di Nuove Acque organizzato ad Arezzo: tutela delle risorse e risparmio per i cittadini

Gabriele Bianchi e Mario Tozzi

Gabriele Bianchi e Mario Tozzi

Arezzo

 Il tema del convegno ad Arezzo su gestione della risorsa idrica e prospettive future, è stata occasione per rilanciare l’impegno del Movimento Cinque Stelle toscano in materia di risorsa idrica e gestione pubblica della stessa, battaglia che i pentastellati portano avanti da tempo.

“È una delle priorità del M5S tornare ad una gestione pubblica dell’acqua- ha detto Gabriele Bianchi,  a margine dell’incontro con il presidente di Nuove Acque Paolo Nannini e i comitati “ acqua pubblica ”.

Arriveremo a questa meta dopo che termineranno una ad una le concessioni che per Nuove Acque è di altri 6 anni di rinnovo con sblocco investimenti come fu per Asa S.P.A di Livorno. La questione è dirimente per trovare un accordo e scegliere bene la governance di gestione futura”.

Secondo Bianchi il principio base su cui poggiano le politiche di gestione di risorse come quella idrica è la Costituzione italiana stessa, che chiede di aver una distribuzione capillare in autonomia di gestione, strettamente legata ai diversi ambiti territoriali, oltre , quindi le tre ATO:

La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze del- l’autonomia e del decentramento”.

Riferimenti chiari, in base ai quali è necessario un ripensamento dell’autorità idrica toscana (come ente di controllo) e la riorganizzazione in una gestione più distribuita.

“Sviluppare diversi ambiti di gestione può solo favorire la ricerca e la condivisione di gestioni virtuose e replicabili- ha detto Bianchi –  In Regione Toscana vi sono due proposte di legge che proprio su questo punto sono di diverso avviso. Sull’acqua lavorerò ad una proposta unica che vada nella maggior tutela della risorsa e nel maggior risparmio per i cittadini”.



Share Button