Settima edizione del gioco: Otto le squadre in gara

prof. Fabio Canessa

prof. Fabio Canessa

Sabato 22 febbraio alle ore 9:30 appuntamento alla palestra IPC Ceccherelli di Piombino con la 7° edizione del Premio Matilde Minichino – LiberaMente, il gioco a squadre per classi di studenti del triennio delle superiori provenienti da diverse province, che si confrontano su un testo letterario attraverso prove di conoscenza del testo e dell’autore, di cinema, di musica, di abilità logica, di scrittura creativa.

Il progetto nasce dalla volontà degli studenti dell’ultima classe del liceo classico di Piombino di ricordare la loro compagna, Matilde Minichino,  prematuramente scomparsa nel 2013,  attraverso una delle sue più grandi passioni, la lettura.  Il premio di quest’anno ha previsto una serie di prove incentrate sul libro “L’isola di Arturo” di Elsa Morante e il filo conduttore di tutte le prove è il tema dell’isola e del passaggio dall’adolescenza all’età adulta.

L’iniziativa, promossa dalla’Isis “Carducci Pacinotti Volta” con il patrocinio del Comune di Piombino, il sostegno di Soroptimist, costituisce per i ragazzi un approccio piacevole e non tradizionale al libro, del quale scoprono così una dimensione nuova, come luogo di confronto con gli altri, di gioco, e non solo di studio. Il premio prevede una serie di prove incentrate sul libro scelto, che varia di anno in anno, con sfide di vario tipo che li mettono alla prova in vari ambiti e settori.

Sono previste otto prove: un quiz sul testo (gara di lettura e memorizzazione del romanzo); quiz sull’autore (gara di preparazione sull’autore); blob film (gara di cinema); l’incipit (gara di scrittura creativa); blob musicale (gara di musica); la relazione sbagliata (gara di letteratura) e altre.
La sfida quest’anno sarà tra otto squadre, due in più rispetto agli anni passati, ognuna delle quali composta da 5 ragazzi, provenienti dai licei di Cecina, Follonica e dalle scuole superiori di Piombino.

A condurre il premio il prof. Fabio Canessa e la prof.ssa Patrizia Giomi che, insieme ad alcuni compagni di scuola di Matilde dell’ex liceo classico hanno ideato e preparato le otto prove sulle quali si cimenteranno le squadre in gara. Ci sarà poi una giuria che dovrà valutare le prove e assegnare i punteggi. Fondamentale inoltre la collaborazione del professor Michele Colavitti e con i ragazzi dell’Ipsia che come ogni anno curano l’allestimento elettronico, l’amplificazione, le riprese audio e video.

Alla squadra vincitrice verrà assegnato un buono acquisto libri del valore di € 500,00 offerto dal Soroptimist International Club di Piombino.



Share Button