La squadra di casa sconfitta per 3-0 dal Vorno

mirko bigazzi

Mirko Bigazzi corre verso la porta avversaria

L’Atletico Piombino conclude il girone di andata della stagione con una nuova sconfitta.

Una partita opaca nella prima metà di gioco che si è andata via via delineandosi verso la fine del primo tempo con alcune azioni dell’Atletico che facevano ben sperare. Al 29esimo un tentativo di Petrone di andare segno. Dopo una parata per un tiro del Vorno prova, al 34esimo, Kevin Catalano a cercare di segnare. L’Atletico Piombino non riesce a creare un’azione sia per un continuo attacco degli avversari arancioni, sia per il viscido fondo del campo che blocca molti tentativi di possesso palla. Al 40esimo prova ancora Catalano a tirare in porta ma la palla finisce alta sopra la traversa.

Si va negli spogliatoi con la speranza di dare una svolta alla partita, ma a 10 minuti dall’inizio del secondo tempo arriva il gol di Riccomini del Vorno, una doccia fredda per i padroni di casa che cercano di reagire, ma non riescono ad andare in rete, nonostante i vari calci d’angolo assegnati e punizioni da fuori area. Ancora Petrone che prova più volte il gol, ma senza riuscirci. Vari tentativi di andare a segno con Bigazzi, Buselli e Campelli. Arriva il secondo gol del Vorno con Gamba e l’Atletico ripiomba nell’incubo della sconfitta, dal quale stava uscendo la scorsa settimana con la vittoria in casa della Ponte Buggianese, con una squadra tutta rinnovata per la sostituzione di ben 11 atleti. Al 35esimo viene sostituito Iacopo Rocchiccioli con Matteo Principe. Si cerca ancora di combattere , ma all’improvviso nei minuti di recupero arriva il terzo gol del Vorno firmato da Antoni. Il portiere dell’Atletico Giacobbe riceve un cartellino rosso dall’arbitro Valentini che costringe la sostituzione con il giovane Pantani che resta tra i pali per pochi secondi.

petrone

Uno dei tentativi di Petrone di andare a segno

Al termine dell’incontro la squadra di casa, come consuetudine, si reca a salutare i tifosi che applaudono i giocatori, anche se qualcuno grida parole e insulti verso il direttore generale della società Alessio Ferroni, responsabile (a detta loro) della scelta di alcuni nuovi giocatori in forza alla prima squadra.

La classifica vede l’Atletico Piombino al penultimo posto con 13 punti mentre il testa c’è il Grosseto a 35. Prossimo incontro si terrà il 6 gennaio prossimo sempre allo stadio Magona con l’Atletico Cenaia.



Share Button