Il Consigliere Paolo Marcheschi (Fdi) denuncia la volontà della Giunta di far passare una legge facendosi beffe delle regole.”Scriverò anche ai sindaci per informarli che verranno investiti da un’ondata di profughi”

Paolo Marcheschi

Paolo Marcheschi

“Vero e proprio blitz del Governatore Rossi, con Scaramelli e Pd che fanno da “zerbino” alla Giunta, per far approvare in Commissione la legge “salva-clandestini”. La loro priorità non sono i poveri toscani e le liste d’attesa ma la sistemazione degli immigrati. Rossi, approfitta del decreto sicurezza, per “scippare” poteri alle Prefetture e impadronirsi politicamente del problema, trattando singolarmente con i singoli sindaci e le cooperative. Non esiste un’emergenza, esiste invece l’esigenza del Pd di accaparrarsi il business degli immigrati” denuncia il Capogruppo regionale Paolo Marcheschi (Fdi).

“Ho scritto una lettera al Presidente del Consiglio Giani spiegando che la procedura d’urgenza non esiste, le proposte di legge dovrebbero seguire un iter specifico, con l’audizione delle parti interessate dove si capisce l’entità del problema e poi spazio agli emendamenti. Questo blitz di convocare in tutta fretta la Commissione Sanità, per far votare la proposta di legge a scatola chiusa, è uno strappo alle regole che Giani deve impedire. L’Assemblea non può soltanto ratificare quello che fa il Governatore Rossi. Scriverò anche ai sindaci a cui è negata la possibilità di essere ascoltati in Commissione, come avviene invece per ogni legge. Evidentemente, quando si parla di profughi, per il Pd non esistono regole.” annuncia Marcheschi.



Share Button