medico1Il Comune di Piombino sta monitorando attentamente la situazione relativa all’infezione da nuovo Coronavirus attraverso uno stretto e quotidiano contatto con gli enti impegnati nella vigilanza e nel contrasto alla diffusione del virus. Attraverso l’assessorato alla Sanità, il Comune è in contatto costante con il comando della Capitaneria di porto di Piombino, con l’Autorità portuale di sistema e con l’Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera di Livorno (ente preposto al controllo e alla vigilanza sanitaria su passeggeri e merci che transitano dal porto di Piombino).

Tenuto conto dello stato di emergenza dichiarato dal Consiglio dei Ministri, è stato alzato il livello di attenzione e di vigilanza nei confronti delle navi in arrivo nei porti, indipendentemente dalla provenienza nazionale o internazionale. Allo stato attuale, dopo i controlli necessari sugli equipaggi transitati al porto di Piombino, non sono presenti casi sospetti di infezione da nuovo Coronavirus.
L’istituzione comunale è inoltre in contatto con il Ministero della Salute, la Regione Toscana e l’Asl Toscana nord ovest, pronta a recepire qualsiasi evoluzione del quadro della situazione.
Domani il Comune parteciperà alla Conferenza aziendale dei sindaci dell’Azienda Usl Toscana Nord-Ovest, convocata di urgenza per discutere dell’emergenza Coronavirus.

Si raccomanda di seguire le buone pratiche contenute nel decalogo stilato dal Ministero della Salute con l’Istituto superiore della Sanità e l’Oms per ridurre i rischi di contagio.
Per chi presenta sintomi di coinvolgimento delle malattie respiratorie, si consiglia di limitare l’accesso al Pronto soccorso, agli ambulatori specialistici e di medicina generale e di consultare prima telefonicamente il proprio medico di famiglia. Inoltre si consiglia di limitare il numero di accompagnatori e visitatori per i pazienti ricoverati e per gli utenti ambulatoriali.

Share Button