L’Italia uno stato di diritto a gettone

Paola Mancuso ex sindsaco di Rio Marina

Paola Mancuso

Da qualche ora è stata comunicata la notizia che la nave Costa Diadema, ammiraglia della Costa Crociere, giungerà nel porto di Piombino con a bordo il proprio personale – tra cui persone probabilmente contagiate dal covid-19 – dopo avere ricevuto il rifiuto di altri porti italiani.

Si tratta di 1250 unità di Gente di mare abbandonata a se stessa e ormai nella scarsa disponibilità di viveri e di medicinali. Se sarà doveroso chiedersi come questo sia potuto accadere e come mai l’Italia sia uno stato di diritto a gettone che s’indigna e denuncia la mancata accettazione di una nave di profughi e non provi alcun senso di accoglienza per degli Italiani ammalati e divisi dalla loro terra e dalle loro famiglie da un pezzo di mare, ora non c’è tempo perché la priorità è dimostrare di essere gli Italiani che diciamo di essere. E allora esultino i Piombinesi fieri della loro città Medaglia d’oro al Valor militare, ringrazino la storia di aver avuto un’altra occasione di eroismo e si dimostrino all’altezza dei loro avi invece di riempire Facebook di buoni propositi e trattenere a stento una vena polemica senza senso.

Da stasera Piombino è una città più civile e solidale della Livorno portuale e aperta e della Civitavecchia patria della crocieristica. Magnum gaudium



Share Button