Il sindaco e il presidente della terza commissione fanno il punto dopo l’incontro con i vertici Asl di Piombino

Villa Marina

Villa Marina

“I vertici dell’asl di Piombino hanno confermato ciò che noi sosteniamo da tempo: il motivo per cui i progetti per l’ospedale di Villamarina non sono mai partiti è perché la Regione Toscana non ha mai garantito i finanziamenti che da mesi annuncia”.

Il sindaco Francesco Ferrari e Mario Atzeni, presidente della terza commissione consiliare, fanno il punto dopo la seduta della commissione a cui hanno partecipato i vertici dell’Asl di Villamarina.

“Avevamo invitato la dottoressa Casani, direttrice generale di Asl, proprio per avere risposte in merito ai progetti che la Regione Toscana e l’azienda hanno per l’ospedale cittadino. Volevamo sapere perché il piano di rilancio spesso annunciato a gran voce non è ancora partito, perché i pazienti piombinesi continuano a non avere un presidio ospedaliero all’altezza delle necessità del territorio. La risposta è arrivata forte e chiara dai vertici dell’Asl di Piombino che hanno partecipato alla riunione al posto della dottoressa Casani: la Regione Toscana non ha ancora trasferito le risorse necessarie per far partire il piano di rilancio, motivo per cui non è possibile lavorare a un cronoprogramma degli interventi. Quindi, i molti annunci della Regione non sono stati altro che fumo negli occhi di quei cittadini che continuano a sopportare i disagi legati all’inefficienza del presidio ospedaliero Villamarina, che si regge solo sull’impegno dei professionisti che continuano a lavorare a servizio della salute della comunità nonostante le enormi difficoltà che affrontano quotidianamente. L’unione degli ospedali di Piombino e Cecina, effettivo con l’inizio del 2020, doveva essere lo strumento per garantire ai cittadini una sanità funzionale al territorio e, invece, si è trasformato un un depotenziamento graduale di Villamarina a favore del nosocomio di Cecina. Comunque, tutt’oggi non è chiaro come saranno distribuiti i servizi tra le due strutture. Le risposte che abbiamo ricevuto non sono sufficienti: Piombino ha bisogno di un ospedale degno di questo nome. Lo statuto prevede che il sindaco o i consiglieri possano convocare un Consiglio comunale straordinario: nei prossimi giorni convocheremo un Consiglio monotematico invitando l’assessore regionale Stefania Saccardi e la direttrice generale di Asl Maria Letizia Casani.

Basta con i vuoti annunci: Villamarina ha bisogno di investimenti, la città non può più aspettare”.


Share Button