ferrari elezioni2

La lavagna nella sede del gruppo Ferrari Sindaco con i voti e le percentuali

Oggi il Giro d’Italia si concede una sosta dopo l’arrivo a Como di ieri, ma a Piombino la gara parte alle 14.00 con l’inizio dello scrutinio per le elezioni Comunali, che procede con lentezza a causa dei voti disgiunti delle varie coalizioni che portano un maggiore lavoro all’interno dei seggi elettorali. Le strade del centro vuote, che si animano solo dopo le 16,00 man mano che arrivano i voti delle varie sezioni mentre gruppi di simpatizzanti e cittadini fanno i capannelli fuori dalle sedi dei gruppi politici, dove si aspettano i risultati .

La città si rianima con un traffico di auto in centro e gente che domanda, telefona, invia messaggi per sapere o dire le ultime notizie che arrivano nelle sedi dei gruppi elettorali. Quello che era stato un positivo risveglio per il centrosinistra con i risultati della notte dello scrutinio delle elezioni europee, si è trasformato in una amara constatazione che questa tornata elettorale sarebbe stata deludente. In Corso Italia la sede di Francesco Ferrari è gremita di gente fuori e dentro, sorrisi e applausi la sua lista si è stabilizzata al 48,37% già a metà scrutinio.

Passeggiando, arriviamo in Via Marco Polo dove ci sono le due sedi storiche di Rifondazione Comunista e del Partito Democratico. Nella prima si respira allegria mentre si aspettano i risultati dai seggi. Si gioca a calcio balilla e si mangia formaggio, prosciutto e baccelli, i risultati sono migliori delle aspettative. Di altro clima è la sede attigua del Partito Democratico, dove si tocca con mano la sconfitta e il momento di cambiare rotta. C’è da lavorare in vista del traguardo del 9 Giugno prossimo, perchè il ballottaggio ora è una realtà. Delusi i Cinquestelle che pensavano di ottenere di più (11,55% mentre nel 2014 avevano preso il 15,76%) forse, la politica nazionale ha influenzato quella locale nonostante un grosso lavoro fatto da Pasquinelli durante la Legislatura targata Massimo Giuliani. Stefano Ferrini  (Spirito Libero) ha riportato un risultato 4,92% superiore alle precedenti ammistrative del 2014 che si era presentato nella coalizione di massimo Giuliani con Partito Democratico
Lista Civica – Comunisti italiani (Pdci) – Italia dei valori (Idv) prendendo il 3,74%, ma un seggio in consiglio.

.Intanto sulla città una grossa nuvola spinta da una perturbazione si avvicina , quasi un segno premonitore. L’ora di cena si avvicina, rischia di venire giù un acquazzone, mentre  i risultati sono chiari: si va al ballottaggio. Gran parte della gente lascia le sedi elettorali, dove rimangono solo poche persone per seguire fino alla fine lo scrutinio.

Da domani si riparte con le allenze per una seconda e breve campagna elettorale.


Share Button