SaulAnche quest’anno l’amministrazione comunale di Piombino, con il coordinamento dell’archivio storico della città, di Arci Piombino Val di Cornia Elba e in collaborazione con il Centro Giovani, Anpi, cineclub “Officine”, Isis “Carducci-Volta Pacinotti” e isis “Einaudi Ceccherelli”, dedica alle scuole e ai giovani della città un’iniziativa per ricordare la Shoah, in occasione del Giorno della memoria.

Venerdì 27 gennaio alle 10,30 al Metropolitan sarà proiettato il film “Il figlio di Saul”, un film del 2015 diretto da László Nemes. Il film ha partecipato in concorso al Festival di Cannes 2015 dove ha vinto il Grand Prix Speciale della Giuria. Nel campo di concentramento di Auschwitz, Saul Ausländer, prigioniero, è costretto a bruciare i corpi della propria gente nell’unità speciale Sonderkommando. Sente inevitabilmente il peso delle azioni che deve compiere, ma trova un modo per sopravvivere. Un giorno salva dalle fiamme il corpo di un giovane ragazzo che crede essere suo figlio e decide di cercare in tutto il campo un rabbino, che possa aiutarlo nel dargli una degna sepoltura. Negativo de La vita è bella, Il figlio di Saul è un incubo a occhi aperti in cui un padre ha perso la battaglia con la vita ma vuole vincere quella con la morte, ricomponendola con l’assistenza di un rabbino. La follia nazista non può essere nascosta a quel figlio (probabilmente) mai avuto ma così necessario a riparare il senso di colpa indotto dai carnefici alle loro vittime. Un figlio che accende la sua unica intenzione e il suo ultimo sorriso.

Le iniziative proseguono poi nel pomeriggio alle 17 con l’apertura straordinaria dell’archivio storico comunale,alla Casa delle Bifore. Nell’occasione sarà possibile visitare l’archivio e saranno mostrati documenti relativi alle persecuzioni razziali a Piombino.


Share Button