Una realtà consolidata che acquista sempre più consensi e riconoscimenti per gli autori che promuove

lupi3

Gordiano Lupi con la moglie Dargys Ciberio con la torta per il compleanno del Foglio Letterario

Si è tenuta nella piazza di Cittadella la serata dedicata ai venti anni di vita de “Il Foglio Letterario” una rivista di letteratura, diventata poi casa editrice, creata da Gordiano Lupi, (arbitro di calcio, assicuratore, con una grande passione per la lettura e la scrittura), da un’idea di Andrea Panerini . La serata è stata presentata da Fabio Canessa chiamando sul palco i vari e numerosi autori che fanno parte di questa realtà editoriale, locale, piccola, ma che raccoglie circa 200 titoli di libri, non solo piombinesi. Sul palco anche Vincenzo Trama, direttore della rivista il Foglio Letterario.

Nato tutto per caso, come tutte le cose belle – racconta Lupi – Seguendo l’idea di un giovane Andrea Panerini con la passione per la letteratura, con lui, Pablo Gorini e con Maurizio Maggioni (suo compagno di liceo classico, appassionato di noir e di esoterismo)

Decisero di stampare un piccolo giornale di 8 pagine nella stamperia parrocchiale di Michele Ginanneschi (diventata poi Inkiostro, ndr) . Proprio da piazza don Ivo Micheletti, il piccolo ma appassionato gruppo cominciò a scrivere alcuni supplementi, piccoli libri di narrativa di genere con l’intento di valorizzare autori locali come Aldo Zelli e Maribruna Toni. Eravamo quattro amici al bar – come dice Lupi – e decidemmo di fare la fiera di Pisa nel 2003 con questi libri stampati in parrocchia – brutti fuori ma belli dentro! lupi2Partimmo – prosegue Lupi con circa 400 libri genere horror, fantastico, narrativa. Vendemmo tutto. Questo dette l’imput per provare a fare gli editori. Galeotta fu la fiera di Pisa alla quale da allora andiamo tutti gli anni, perchè è una fiera ideale per noi.

Lupi partecipò anche al salone del Libro di Torino, quello che definisce “la fiera delle vanità” solo le grandi case editrici che adesso sono quasi tutte accorpate e non c’è più neppure la stampa alternativa.

Secondo la filosofia della casa editrice il Foglio oggi è difficile portare la gente in libreria – per questo siamo noi ad andare verso il lettore attraverso la vendita nei mercati. – Secondo Lupi – si vendono molti più libri durante i mercati mensili di Piombino. In due giorni vendiamo molte copie a turisti e a piombinesi che vogliono leggere di storie locali che riguardano la propria città. – 

Nella fiera di Pisa e a quella di Imperia registrano ottimi risultati di vendite. Lupi si è ispirato a Vincenzo Baraghini, autore che si è ritirato a Sorano in Maremma e con “Strade Bianche” stampa “cose” che riguardano la realtà locale, così anche Lupi stampa “cose” che riguardano autori e storie locali. Partire da Piombino e scrivere di Piombino, ma pensando anche ad altro: tipo scrivere libri che parlano della Cina come ha fatto l’autore romano Francesco De Luca .

Edizioni Il Foglio è una casa editrice che non chiede soldi agli autori e preferisce promuovere i buoni libri, senza attraversare il percorso della promozione televisiva e delle fiere importanti, che finiscono per trattare prodotti commerciali e di basso livello. Lupi non vede di “buon occhio” neppure il premio Strega, nonostante abbia avuto alcuni dei suoi autori candidati al concorso.

Il Foglio si dedica anche alla pubblicazione di moltissimi saggi sul cinema di genere, non solo italiano, molto apprezzato dai critici come appare dalle varie recensioni pubblicate sulla stampa nazionale genere con recensioni.

A metà della serata c’è stata l’incursione improvvisa sul palco di Dargys Ciberio, moglie di Gordiano Lupi e collaboratrice nella casa editrice Il Foglio. Una torta di compleanno da dividere con tutti i presenti alla serata, con l’augurio di arrivare ad altri venti anni.

Gli autori presentati sul palco:

Patrice Avelà, Sascha Naspini, Mauro Carrara, Enrico Guerrini, Francesco De Luca, Laura Lupi, Annamaria Scaramuzzino, Roberto Mosi, Melisanda Massei Autunnali, Rita Gallarate, Antonella Giannarelli, (Emilio Guardavilla), Carlo Saffioti, Teresa Enrica Messana, Alessandra Altamura, Stefano Giannotti, Enzo Biagioni, Giulia Campinoti, Lucilla Lazzarini, Miaria Signori e il gruppo dell’UNItre, (Alessandro Fulcheris), Andrea Fanetti.





count

Share Button