uglLa decisione aziendale di mettere a casa i lavoratori sanvincenzini e livornesi è stata una decisione presa in maniera unilaterale dalla JSW Steel Italy  Piombino senza un  confronto   con i Sindacati,  ci risulta tantomeno con le Istituzioni. Seppur vero che la salute è sicuramente importante preservarla è discutibile  perché può creare un precedente importante. Se anche altre Aziende dovessero fare questa scelta, che scenario avremmo davanti?

In un comunicato di ieri, il Sindaco di San Vincenzo ribadisce, giustamente, che i cittadini Sanvincenzini non devono considerarsi a rischio. E che la situazione è totalmente sotto controllo.
Non si capisce quindi il motivo per cui i lavoratori di San Vincenzo e Livorno debbano essere discriminati in questo modo.  Alcuni ci comunicano che ieri sera si sono trovati il cartellino bloccato!

Comprendiamo la preoccupazione della Multinazionale, ma riteniamo che prima di prendere qualsiasi decisione di questo tipo, sia doverosa almeno una comunicazione alle Sigle sindacali nonché alle Autorità della zona.  Agendo così autonomamente e facendo fughe in avanti, si alimenta panico e paura.
Ci auguriamo che le Autorità, con il Sindaco di San Vincenzo in testa facciano sentire forte e chiara la loro voce per tutelare la dignità dei propri cittadini.

Uglm infine si stringe in un caloroso abbraccio alla coppia sanvincenzina risultata positiva al “covid 19” e a tutti coloro che si trovano in quarantena. È il momento dell’unità e della solidarietà, non delle divisioni e delle discriminazioni.

Segreteria Provinciale UGL
 
 
Share Button