Attraverso le opere d’arte si legge e si impara anche la storia

insegna biblio ragazzi campiglia[267]Il 6 febbraio scorso si è svolto alla scuola primaria “M. Amici” di Campiglia Marittima il secondo incontro della terza edizione del progetto “Italia per l’Europa – percorsi di Arte e musica per la scuola primaria”, contenuto in Biblinscuola 2019-2020, creato e implementato nelle classi da Valentina Fabiani responsabile della biblioteca dei ragazzi “Il palazzo dei racconti” con sede a Palazzo Pretorio. E’ la stessa esperta, la dott.ssa Valentina Fabiani, a raccontare questa esperienza che nel tempo si consolida nel programma educativo delle scuole del comune di Campiglia.

“Gli studenti hanno affrontato, attraverso Paul Klee, un viaggio sulle vie sconosciute dell’Africa, alla ricerca di un’espressione artistica moderna, vitale e primigenia – spiega Fabiani hanno poi immaginato lune, soli, pentagrammi di musica, elmi, scivoli, cubi, piramidi e scale, con l’opera astratta e universale di Kandinsky, il grande pittore russo”. E aggiunge: “Il percorso infine si è snodato, tra le antiche vie che hanno creato l’Europa, che sono state percorse da uomini e donne di ogni provenienza, fin dal Medioevo e anche prima, e che sono state vettori che hanno identificato la cultura del nostro continente, attraverso i viaggi e lo scambio di conoscenze, dei popoli di tutto il mondo, che vi si sono incontrati”.

Temi che parlando del passato introducono alla comprensione del presente e contribuiscono ad inquadrare l’arte in una prospettiva ampia e profonda. L’incontro è stato accolto con interesse dagli studenti e dagli insegnanti che, per l’occasione, hanno attrezzato la palestra della scuola a sala di proiezione, per partecipare al meglio alle attività di storia dell’arte de “Il palazzo dei racconti”, dedicate proprio alla loro istituzione.

“Questo progetto annuale di arte e di educazione allo sguardo ha acceso, sempre di più, negli anni, l’entusiasmo degli studenti che hanno partecipato agli incontri – afferma Valentina Fabiani con riflessioni nuove e originali, citando persino le opere analizzate nelle edizioni precedenti. “Una bella soddisfazione per il lavoro proposto dalla biblioteca dei ragazzi. In particolare hanno colpito l’interesse e la partecipazione dei bambini e degli insegnanti che hanno anche ripreso, nelle loro lezioni, questi percorsi di arte, facendoli rielaborare a loro volta e reinventare dai loro studenti nei loro lavori di classe “con dei risultati davvero stupendi” commenta Fabiani che dopo avere acquisito esperienza nell’ambito delle biblioteche universitarie di Pisa, da anni ha deciso di dedicarsi completamente al settore ragazzi.

L’assessore all’istruzione Iacopo Bernardini esprimendo soddisfazione per il progetto afferma che esso “costituisce un momento di crescita importante per i nostri ragazzi e va ad arricchire la già ottima offerta formativa delle nostre scuole primarie puntando fin dai primi anni di formazione sul valore di una cultura europea come tratto identitario forte”.

Dopo l’incontro su Caravaggio, svoltosi a dicembre 2019 e quello su Klee dei primi di febbraio 2020, il prossimo appuntamento sarà il 27 febbraio 2020, con una data porterà alunni e insegnanti nel Rinascimento alla scoperta della preziosa e misteriosa arte pittorica delle corti dell’Italia settentrionale. Il progetto rientra nell’attività della biblioteca dei ragazzi gestita per il Comune di Campiglia dalla sua società partecipata Sefi.


Share Button