Durante l’estate l’avvio dei lavori che dovranno concludersi entro maggio 2021

Piazza Dante - foto d'epoca Complesso scolastico del 1925 -

Piazza Dante – foto d’epoca Complesso scolastico del 1925 –

Impianti di riscaldamento ad alta efficienza e infissi a tenuta alla scuola “Dante Alighieri”. Con la recente approvazione da parte della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio del progetto esecutivo, partiranno a breve le gare di appalto per i l’avvio del 1° lotto degli interventi. Vista la storicità dell’edificio, che risale al 1925, il complesso scolastico è considerato un bene culturale e quindi come tale soggetto all’autorizzazione preventiva della Soprintendenza.

Il progetto prevede un investimento complessivo di un milione e 130mila euro circa di cui 350.000 finanziati direttamente con risorse proprie dal Comune e 780mila di finanziamenti regionali, tramite fondi europei, sulla base della partecipazione a un bando regionale del marzo scorso.
L’obiettivo è quello di migliorare le prestazioni energetiche e la situazione ambientale di tutta la scuola, mirando a ottenere importanti risparmi economici relativamente al costo del combustibile e un miglioramento del comfort degli utenti.

Il 1° lotto dei lavori prevede pertanto la sostituzione di tutti gli infissi e l’isolamento termico del sottotetto e dovrà essere avviato necessariamente durante il periodo estivo, nel periodo di chiusura delle attività didattiche.
Il 2° lotto, invece, riguarderà la progettazione dell’impianto termico e la sua regolazione con l’installazione di valvole termostatiche, l’adeguamento dell’impianto elettrico e della canna fumaria esistente. Su tutti i radiatori saranno installate testine termostatiche insieme a un sistema di telegestione e telecontrollo in remoto. (nuova caldaia) . Questa seconda fase verrà realizzata compatibilmente con l’attività scolastica. In ogni caso tutti gli interventi dovranno concludersi entro il mese di maggio del 2021.

Soddisfazione viene espressa dall’assessore ai lavori pubblici Riccardo Gelichi e dall’assessore alla Pubblica Istruzione Simona Cresci.
“E’ un investimento molto importante afferma Gelichi che oltre a migliorare la qualità degli spazi e la loro vivibilità per studenti, insegnanti e per tutto il personale della scuola, servirà anche a produrre dei risparmi dal punto di vista energetico.”
“Significativo il valore dell’intervento anche in termini educativi e culturali aggiunge l’assessore CresciCon questi miglioramenti mandiamo un messaggio chiaro agli studenti sugli stili di vita sostenibili e sulla necessità di porre sempre maggiore attenzione alle tematiche di risparmio energetico”



Share Button