Rossana Soffritti, sindaco di Campiglia Marittima

Rossana Soffritti, sindaco di Campiglia Marittima

Leggo e condivido l’intervento di Legambiente sulle priorità per il territorio e la missione di Rimateria. Sappiamo tutti che la questione è complessa ed anche ambiziosa, ma non si può far altro che lavorare duramente per liberare ettari di territorio da cumuli di materiale che certo non può restare dov’è. Non possiamo che ambire a bonificare più spazi possibile, mettere in sicurezza aria e acqua e farlo in tempi non biblici. Non possiamo che indirizzare l’interlocuzione con i soggetti privati, la grande industria e i soci privati in Rimateria e tutti coloro che guardano la Val di Cornia come luogo di insediamenti produttivi, verso la strada dei processi controllati, dello smaltimento in sicurezza degli scarti e del riciclo e riuso di tutto il materiale possibile. E tutte le istituzioni, di sicuro quelle che condividono un progetto politico di centro sinistra, devono impegnarsi a fare questo.

Rossi si è speso molto in questi anni per Piombino e credo sarà ancora a nostro fianco. D’altra parte sappiamo bene che le bonifiche non si fanno senza impianti in loco e che sono necessarie al più presto le risorse pubbliche già disponibili. L’economia circolare e la difesa della salute e dell’ambiente vanno di pari passo. Il controllo costante degli impianti di discarica è possibile e lo si fa già, ed in un futuro molto prossimo, sarà anche implementato su richiesta dei Comuni. Certo andrà fatto con le modalità che gli enti preposti al controllo indicano come scientificamente corretti ed efficaci e non altri .
Non vanno sottovalutate mai le preoccupazioni delle persone. Vanno spiegati bene e condivisi gli obiettivi , ragionare sulle contraddizioni, e non mollare su un’idea che ha molto di buono da offrire.”



Share Button