ForMare Toscana, riunito stamani il Tavolo di Coordinamento

CommissioneRidurre il disallineamento tra domanda e offerta e alzare il livello della qualità formativa nel campo dell’economia del mare. Sono le priorità tracciate dal Tavolo di Coordinamento Regionale, che stamani si è riunito per la prima volta nella sede dell’Autorità di Sistema Portuale.

Istituito per effetto di una iniziativa, “forMare Toscana”, cui ad aprile scorso hanno aderito, oltre all’AdSP , anche la Regione Toscana, la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno e la Direzione Marittima della Toscana, il Tavolo di Coordinamento ha fatto il punto della situazione provando a declinare fattivamente le linee di indirizzo delineate nel protocollo di intesa firmato dai quattro enti.

Durante la riunione – cui hanno preso parte l’assessore regionale all’istruzione Cristina Grieco, il presidente della Port Authority, Stefano Corsini; il dirigente Claudio Capuano; il segretario generale dell’ente camerale, Pierluigi Giuntoli, e il comandante Andrea Santini – state abbozzate alcune delle iniziative che poi verranno sviluppate nei prossimi mesi.

L’obiettivo è quello di definire un percorso che, in tre anni, consenta di elevare la capacità di risposta del sistema formativo toscano ai fabbisogni di professionalità e competenze legate al mondo della logistica, della portualità, del diportismo e della navigazione marittima.

«Molte imprese, anche di altissimo livello, fanno fatica oggi a reperire sul mercato le figure professionali di cui hanno bisogno – ha dichiarato l’assessore GriecoFormare Toscana è nata con l’obiettivo di dare in tal senso delle risposte concrete. Dobbiamo alzare il livello della formazione: ne hanno bisogno le nostre aziende, ne hanno bisogno i giovani».


Share Button