Giuliano Parodi vicesindaco di Piombino

Giuliano Parodi vicesindaco di Piombino

Proseguono i lavori procedurali verso la progettazione delle infrastrutture portuali a servizio delle nuove aree: dopo la bretella stradale che collegherà le aree portuali, progettata dall’Autorità di Sistema e finanziata con i fondi dell’Accordo di Programma, al primo lotto della 398, un altro tassello in fase di definizione è il potenziamento dell’infrastruttura ferroviaria.

“Lo sviluppo del porto passerà principalmente dalla capacità che avremo in tempi rapidi di dotare le nuove aree di adeguate infrastrutture, sia viarie che di servizi (luce, gas, acqua)commenta Giuliano Parodi vicesindaco di Piombino ed assessore alle infrastrutturela giusta sinergia tra trasporto via mare, su strada e su binari sarà l’arma vincente per rendere ancora più appetibile e funzionale il nostro territorio in chiave di reale diversificazione. In questo scenario il potenziamento delle infrastrutture ferroviaria sul porto diventa determinante per una serie di peculiarità: rapidità nella costruzione dell’opera rispetto a quella stradale, maggior portanza di traffico in entrata e in uscita attraverso  treni merci e maggiore sostenibilità ambientale, il treno a trazione elettrica per definizione ha un impatto nettamente minore sulla produzione di CO2 rispetto al traffico su gomma. Pertanto come Comune di Piombino seguiamo con attenzione e stimolo l’evolversi della situazione riguardo la progettazione ferroviaria sul nostro porto, in quest’ottica la riunione tecnica del 13 marzo scorso e’ stato un passo avanti decisivo”.

Venerdì 13 marzo Comune di Piombino, Autorità di Sistema Portuale, Agenzia del Demanio e Rete Ferroviaria  Italiana alla riunione del “piano del ferro”, hanno concordato di proporre a Jsw l’acquisto da parte di Autorità di Sistema Portuale Mts del binario di raccordo con Fiorentina di Piombino per farlo diventare il raccordo principale verso il porto e e le nuove aree portuali di Piombino attualmente in fase di assegnazione. La proposta si potrebbe concretizzare con l’acquisizione da parte di Autorità di Sistema Portuale di un corridoio di 60 metri di larghezza (tenendo di conto della probabile necessità di raddoppiare il binario) attualmente di proprietà di Jsw e dell’Agenzia del Demanio.

Nell’incontro che si è svolto nel pomeriggio Jsw si è dichiarata disponibile all’accordo previo un approfondimento circa le previsioni di traffico merci sul tratto interessato, in modo da verificare se ed in quali tempi sia necessario raddoppiare il binario.

“Al fine di procedere al potenziamento delle infrastrutture ferroviarie – conclude Parodi – è in fase di predisposizione la gara per l’affidamento della progettazione del Piano del Ferro di Livorno e Piombino, azioni concrete che grazie alla sinergia sviluppata tra Amministrazione comunale di Piombino e Autorità di Sistema, dovrebbe vedere nei prossimi anni concretizzarsi un economia diversificata capace di sfruttare al meglio le enorme potenzialità del nostro porto e generare nuovi posti di lavoro”.



Share Button