medico1Un servizio di prossimità, pubblico e gratuito, per rendere più accessibile la rete dei servizi pubblici nelle aree decentrate del territorio comunale. Vista l’esperienza positiva svolta nel 2016 al centro civico di Riotorto attraverso il progetto di servizio civile regionale “Ecco Fatto”, il Comune di Piombino ha deciso, con una delibera di giunta, di reiterare l’esperienza, confermando il rinnovo dell’esperienza a Riotorto dai primi mesi del 2018.

Il progetto, noto con il nome di “Botteghe della salute”, è promosso dalla Regione in collaborazione con Anci Toscana e Uncem, Azienda Usl, Comune di Piombino e Società della Salute per garantire servizi di tipo sanitario e per avvicinare la Pubblica Amministrazione anche ai cittadini più lontani, facilitando anche l’approccio ai servizi sanitari regionali.
Lo sportello sarà gestito quindi da due giovani del servizio civile regionale, selezionati dal Comune di Piombino e debitamente formati anche per garantire altri tipi di servizi e di informazioni, come la fornitura di moduli per certificazioni, informazioni sui servizi di Comune, Asl e Regione.

In conclusione la Bottega della Salute come luogo multifunzionale, che opererà per venire incontro ai bisogni e alle esigenze di chi vive in paesi dove non ci sono uffici pubblici. Un servizio nato pensando anche agli anziani ma a disposizione di tutti i cittadini, gratuitamente..

“E’ un servizio innovativo la cui buona riuscita passa attraverso la partecipazione di tutti i soggetti del territori e di tutti gli attori della società civileafferma l’assessore alle politiche sociali Margherita Di Giorgiun modo per garantire ai territori, in particolare a quelli maggiormente carenti di servizi, una rete di piccoli presidi socio-sanitari, vere e proprie ‘sentinelle’ del vivere bene”.



Share Button