Saranno discussi domani, martedì 13 marzo, dal consiglio comunale due piani attuativi per l’ampliamento di due campeggi sulla Costa Est, Pappasole e campeggio Riotorto (ora denominato Campo al Fico), e per il recupero dell’edificio in località Aia del Prete lungo la via della Principessa.

L’assessore Carla Maestrini porterà all’attenzione l’adozione di tre interventi tutti previsti dagli strumenti

Carla Maestrini

Carla Maestrini

urbanistici del Comune.
Nel primo caso, quello del campeggio Pappasole, è prevista la realizzazione di 50 nuove piazzole per campeggio al posto di 50 posti per sosta camper. Il piano di lottizzazione prevede infatti la riconversione di 200 posti letto per sosta camper in 200 posti letto ad adibire a campeggio, fino al raggiungimento di 2568 posti letto complessivi. L’intervento verrà attuato dislocando le piazzole previste su due aree distinte, all’interno del campeggio.

“Si tratta quindi di un miglioramento della qualità del servizio per un campeggio che ha già 4 stelle e che rappresenta una delle realtà più significative nell’offerta turistica del territorio – spiega l’assessore”.

Le aree lasciate libere dalla previsione di “Sosta camper”saranno mantenute con destinazione a parcheggio di servizio alla struttura per permettere agli utenti del campeggio di parcheggiare i mezzi in attesa del check-in senza ingombrare la strada pubblica.

Per quanto riguarda il Camping Campo al Fico (ex Riotorto), verranno aumentati i servizi con interventi di realizzazione di piccoli edifici di servizio al fine di ottenere la categoria del 3 stelle. Tra questi è prevista ad esempio la realizzazione di un piccolo edificio vicino alla reception dedicato alla prima accoglienza, l’ampliamento del minimarket e ristorante, un piccolo ampliamento del bar, altri piccoli edifici in legno a servizio delle attività di gestione delle bici e della piscina. Attualmente il campeggio dispone di 155 piazzole, per un totale di 620 posti letto.

Infine il piano di recupero in via della Principessa, consiste nel cambio d’uso in attività turistico-ricettiva dei due edifici situati in località Aia del Prete. In questo caso i proprietari, “La Torretta “ srls, propongono di realizzare un residence sul patrimonio edilizio esistente con riuso a fini turistico ricettivi e la realizzazione di 7 unità immobiliari.
Si tratta di due fabbricati, uno a due piani con il piano terra attualmente destinato a ristorante mentre al piano primo si trovano due abitazioni di tipo residenziale. Il secondo fabbricato invece è stato utilizzato negli anni 70-80 come magazzino ed officina per attrezzature elettroniche della società Intel di Piombino.

“Sono interventi che vanno nella direzione della qualificazione turistica del territorio, utilizzando tra l’altro il patrimonio esistenteconclude l’assessore Maestrini Chi investe sul territorio crede nelle potenzialità del suo sviluppo turistico. Anche il nostro piano di modifica degli strumenti urbanistici va nell’ottica di un potenziamento e di una maggiore qualificazione dell’offerta in questo settore.”



Share Button