Il fallimento delle politiche del PD sul piano della produzione industriale e siderurgica ha provocato la caduta libera dello stato di benessere della nostra città

RifondazioneSiamo di fronte a una crisi globale che colpisce Piombino più che altrove. La crisi di Piombino è la rinuncia ad una diversificazione economica di qualità, con una politica che negli ultimi anni ha depotenziato i progetti migliori (vedi i parchi, lo sviluppo rurale, i beni culturali, la piccola impresa, la nautica, la formazione e l’educazione ambientale), rinunciando al risanamento ambientale, smantellando la formazione di capitale umano, consumando risorse indispensabili e abbassando i livelli di partecipazione.

Piombino è oggi una città seduta ad aspettare inutilmente che i ripetuti annunci si tramutino in fatti concreti. Sarà un’attesa vana se non ci sarà un vero e profondo cambiamento nel modo di governare la città. Purtroppo il fallimento delle politiche del PD, sia a livello locale che nazionale, sul piano della produzione industriale e siderurgica nel nostro caso, ha provocato la caduta libera dello stato di benessere della nostra città che ha visto in breve tempo un innalzamento del livello di povertà legato all’abbassamento del reddito familiare e alla crisi pesantissima delle opportunità di lavoro a 360 gradi.

Lo sconforto e la disperazione dei cittadini causati da questo stato di cose, sono stati cavalcati da forze di destra che, a nostro avviso, hanno proposto alla paura e alla mancanza di risposte, soluzioni facili e divisive, capaci solo di alimentare la guerra fra poveri. Anche nella nostra città si sono verificati fenomeni strani che, per opporsi al governo PD, offrono soluzioni di destra infarcite di “civismo”, secondo loro, capace di offrire un cambiamento senza che i valori fondanti di una destra estrema, rappresentati da partiti come Fratelli d’Italia e Lega, poi, guidino le scelte di governo della città; allo stesso modo anche il PD cerca di mascherare la continuità con il passato alleandosi con liste civiche che dovrebbero cambiare la linea politica tenuta fino ad adesso.. In verità noi non ci crediamo, il PD e la destra, come rimodulati, non offriranno un cambiamento di rotta.

LEGGI INTERO PROGRAMMA ELETTORALE


Share Button