Incontro sulla sanità questa mattina all’ospedale di Villamarina con l’assessore regionale Stefania Saccardi.

Saccardi

Stefania Saccardi

Un’occasione importante per fare il punto su tutti i progetti in corso relativi al potenziamento del presidio ospedaliero di Villamarina con gli amministratori locali, medici e infermieri. Presenti all’incontro anche il dirigente sanitario Mauro Maccari, Donatella Pagliacci direttore Sds Valli Etrusche, il consigliere regionale Gianni Anselmi, il sindaco Massimo Giuliani e l’assessore alla Sanità Margherita Di Giorgi, tutti i responsabili dei reparti, i medici e il personale infermieristico.
L’assessore Saccardi ha ribadito la lungimiranza degli amministratori nella scelta dell’unificazione dell’ospedale su due presidi, una scelta che potrà consentire di portare a termine i progetti avviati con maggiori possibilità.

“Il presidio ospedaliero di Piombino – ha ribadito – ha il titolo per rafforzarsi ulteriormente e si sta lavorando in questa direzione. Il personale, pur lavorando talvolta in difficoltà, sta ottenendo ottimi risultati”.
E’ stato fatto poi un aggiornamento di tutte le questioni aperte.
Per quanto riguarda i lavori al parcheggio si prevede l’inaugurazione entro primavera dell’anno prossimo. Allo stesso tempo anche il percorso di realizzazione della Casa della Salute è in linea con il cronoprogramma, i lavori termineranno tra il 2020 e il 2021.

“C’è un finanziamento di mezzo milione di euro già pronto, per la realizzazione del reparto di psichiatria – ha comunicato l’assessore – Entro l’anno prossimo l’ospedale sarà dotato anche di questo reparto, di cui la zona necessita perché i pazienti devono rivolgersi ad altre strutture, spesso lontane da qui.”
Per il Pronto soccorso è iniziata la fase di progettazione che terrà conto anche della realizzazione in questo contesto del reparto di emodinamica, in considerazione del fatto che il pronto soccorso è considerato un punto strategico. L’assessore Saccardi ha ribadito l’importanza dell’emodinamica a Piombino che andrebbe a coprire un’area tra Livorno e Grosseto, sulla base dello studio fatto, sicuramente molto valido.

Altro tema importante l’implementazione delle attività del gabiinetto di analisi. Saccardi e Maccari si sono dichiarati disponibili a una valutazione per consentire un’ampliamento delle analisi che vengono effettuate a Piombino.
Molte provette di sangue vengono portate a Livorno, dal momento che l’ospedale di Piombino è stato dotato di macchinari nuovi e all’avanguardia, è in corso una valutazione per far ritornare a Piombino tante analisi che ora vengono effettuate a Livorno, avendo riscontrato una grande disponibilità e motivazione da parte del personale.
E’ in pubblicazione inoltre il bando per dotarsi di un primario di medicina interna, mentre per l’urologia verrà valutata la proposta, avanzata dai medici del reparto, di effettuare gli interventi utilizzando la tecnologia avanzata laser.

Sul punto nascita è stata chiesta una deroga al ministero della Sanità, siamo pertanto in attesa di una risposta.L’assessore ha ribadito la necessità di mantenere questo reparto con il personale adeguato.
“Siamo soddisfatti di questo incontro – affermano Giuliani e Di Giorgi – che è stato un’opportunità per approfondire argomenti che erano già stati messi all’attenzione un paio di settimane fa. L’assessore Saccardi ha convenuto che Piombino è una città che merita un presidio ospedaliero all’altezza delle necessità. Siamo quindi attenti e vigili su queste problematiche perché consideriamo l’ospedale di Villamarina con grandi potenzialità, grazie anche al personale che vi lavora.”


Share Button