RimozioneSi è conclusa a settembre la gara per l’affidamento del servizio di rimozione forzata che è stata vinta nuovamente alla ditta Zucchelli srl di San Vincenzo per due anni.
A seguito di questa conferma, le tariffe dei servizi sono state leggermente riviste al ribasso sulla base dell’offerta presentata dalla ditta. In particolare risultano diminuite, se pur di poco, le indennità chilometriche.
Le tariffe vengono infatti applicate secondo il chilometraggio riportato per le diverse zone in cui è stata suddivisa la città. In tutto otto zone, le prime tre per la centro urbano e le altre cinque per le zone più periferiche e frazioni, ognuna con una distanza chilometrica diversa sulla base della quale verrà calcolata una parte della tariffa.

I costi variano pertanto a seconda della zona di recupero dell’auto. Per i veicoli di massa fino 1,5 tonnellate e per la zona 1 (area San Rocco. Montemazzano.- Villamarina- Perticale. Via Petrarca-piazza della Costituzione) che prevede un chilometraggio di 10 km, si prevedono 13 euro per il diritto di chiamata, 20 euro per le operazioni connesse al carico e scarico dei veicoli e 2,39 euro per chilometro come indennità chilometrica (in precedenza queste ammontavano a 2,40 euro).

Facendo degli esempi concreti, per questa zona e per questa tipologia di veicolo, la tariffa complessiva sarà di 69,42 euro (in precedenza 69,54). Per la zona 2 (Ghiaccioni, Calamoresca, Salivoli) si sale a 75,25.

Per i veicoli superiori a 1,5 t e fino a 3,5, il diritto di chiamata sale a 17,00 euro, le operazioni di carico e scarico a 30,00 euro mentre rimane invariata l’indennità chilometrica.
Le tariffe quindi, a seconda delle zone, possono variare tra un minimo di 51,92 euro corrispondente alla zona 5 (Fiorentina-Asca), fino a un massimo di 104,41 per la zona di Riotorto e Mortelliccio.

Tutte le informazioni sul portale del Comune di Piombino  “Tariffe rimozione forzata”.



Share Button