“Non esiste un’autodeterminazione di diritto come potere di distruggere l’altro.” (Cit. Carlo Casini)

CasiniSe ne è andato un grande della storia democratica e cristiana del nostro paese. Un amico sincero, che non finirò mai di apprezzare e ringraziare. Presidente del “Movimento per la Vita”, che lui fondò. In udienza da Papa Giovanni Paolo secondo tentò di inchinarsi di fronte a sua Santità, ma il Vescovo di Roma lo trattenne e disse: “io mi devo inchinare di fronte a te per ciò che hai fatto“.

Magistrato, docente universitario, più volte parlamentare europeo e nazionale. Ricordo, che lo incontrai qualche anno fa a Firenze ero in macchina, stavo andando allo stadio, ci salutammo da lontano era con la moglie. Fu l’ultima volta che l’ho visto. Tante volte fu nostro ospite a Piombino per convegni ed incontri, sempre molto vicino alla nostra comunità. L’ho sentito a Natale per gli auguri, sempre gentile ed accorto.

Migliaia di esseri umani hanno ricevuto il dono della vita grazie a lui. R.I.P. Carlo Casini.



Share Button