giannellini1

Passaggio di consegne di Angelo Trotta al neo Presidente del Consiglio Comunale Massimo Giannellini

Dopo la prima fumata nera del precedente consiglio del 28 giugno, per il quale sarebbe stata necessaria la maggioranza qualificata dei 2/3 dei consiglieri, è stato eletto il Presidente del Consiglio Comunale di Piombino nel corso della seconda votazione della seduta di questa mattina. Per lui hanno votato 15 componenti del Consiglio su 24 (a favore: Ascolta Piombino, Lega, Udc, Ferrari sindaco. Contrari: PD, Rifondazione Comunista, Con Anna per Piombino – Astenuto Movimento 5 Stelle).

Massimo Giannellini, che fa il suo ingresso per la prima volta in consiglio comunale, ha ottenuto il maggior numero di preferenze con 165 voti, con la lista della Lega alle elezioni del 26 maggio.

Il nuovo presidente del Consiglio comunale ha preso la parola subito ringraziando i consiglieri che si sono espressi favorevolmente nei suoi confronti ma anche quelli che non lo hanno votato.

Si tratta di un incarico di responsabilitàha detto Giannelliniche assumerò con attenzione, rispetto e con un atteggiamento di umiltà. La lista con la quale mi sono presentato, la Lega, non sarà d’ostacolo a garantire una dialettica tra tutte le forze presenti, assicurando i diritti e le prerogative di tutti i consiglieri, il rispetto dello Statuto e dei Regolamenti. Già da ora mi impegno affinché tutti vi sentiate garantiti dalla mia persona. Fuori da qui ci sono cittadini che giustamente attendono risposte adeguate per lo sviluppo della città.”

Ha poi concluso facendo un augurio di buon lavoro a tutti i consiglieri e in particolare al consigliere più giovane, Bernardo Giannoni, e a quello più anziano, Paolo Bianchi.

Il sindaco Ferrari ha ringraziato il presidente uscente Angelo Trotta che ha guidato in maniera imparziale il consiglio negli ultimi 5 anni, e ha fatto le sue congratulazioni a Giannellini.

Sarà un presidente responsabile, disponibile, garantirà la discussione democratica e sarà un motore efficace dell’attività del consiglio comunale. A lui il mio personale saluto, fiero di averlo al mio fianco per questi 5 anni di impegno “ ha detto il sindaco.

Non è andata a buon fine invece l’elezione del vicepresidente, che verrà nuovamente proposto nella prossima seduta in programma per mercoledì 31 luglio, perché, come da Statuto sarebbe stata necessaria una maggioranza qualificata e cioè almeno 17 voti favorevoli. Il nome proposto dalla maggioranza è quello della consigliera della lista Ferrari sindaco Rosalia di Falco, che verrà nuovamente messo in votazione nella prossima seduta.

consiglio unanime

Una votazione dai banchi della maggioranza

A favore di Rosalia di Falco 15 voti da parte di Ascolta Piombino, Lega, UDC, Ferrari sindaco, contrario PD e “con Anna per Piombino”, astenuti Rifondazione Comunista e Movimento 5 Stelle.
Nel corso del consiglio sono stati formalizzati poi i consiglieri che rivestiranno la carica di capigruppo e che, in una delle prossime riunioni, avranno il compito di formare le commissioni consiliari. Questi i nominativi: Marco Viti per la lista Ferrari sindaco; Vittorio Ceccarelli per Lega; Angelo Trotta per il PD; Daniele Pasquinelli per M5S; Mario Atzeni per Lavoro e Ambiente, Monica Bartolini per Ascolta Piombino, Luigi Coppola per Udc, Anna Tempestini per Con Anna per Piombino, Fabrizio Callaioli per Rifondazione Comunista



Share Button