“Non basta la Regione, ci vuole lo stato d’emergenza nazionale”

Ispezione1Il Consigliere Paolo Marcheschi (Fdi), insieme alla 4° Commissione regionale Ambiente e Territorio, ha toccato con mano la devastazione compiuta dalla tromba d’aria che ha investito il Grossetano e la Maremma da Orbetello a Piombino

“In Maremma si è consumato un disastro. Le mareggiate hanno fatto scempio della costa e il vento ha abbattuto centinaia di alberi nelle pinete. Oltre ai programmi per contrastare l’erosione costiera, c’è bisogno di interventi straordinari d’urgenza per ripristinare l’agibilità ambientale e per garantire la prossima stagione balneare. Gli operatori balneari hanno infatti subito un gravissimo danno economico. La Regione da sola non basta, il Governatore Rossi chieda al Ispezione2Governo lo stato d’emergenza nazionale per la costa maremmana in particolare e in generale per le coste della Toscana”. Così il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) al termine del sopralluogo odierno con la 4° Commissione, Ambiente e Territorio, del Consiglio regionale tra le province di Grosseto e Livorno, da Orbetello a Rosignano passando per Castiglione della Pescaia, Punta Ala, Piombino.

A Piombino al sopralluogo si è unito anche il consigliere comunale Francesco Ferrari.



Share Button