Ad un anno dalle elezioni amministrative, Spirito Libero non da per scontato alcuna alleanza futura

Andrea Fanetti

Andrea Fanetti

In merito alla replica del Segretario dell’Unione comunale del Pd e del Segretario della sezione Amendola sul porto di Salivoli, alle parole del Vice Sindaco Stefano Ferrini che rappresenta Spirito Libero in Giunta, vogliamo rassicurare che se lo scopo è quello di dettare i limiti entro cui restringere il dibattito politico, non staremo in paradiso a dispetto dei santi. A noi è stato chiesto di non porre veti o diktat, ma basta che ciò valga per tutti in quanto metodi eredi di vecchie tradizioni e anche di vecchi equilibri di forza. Come già dichiarato sulla stampa, ribadiamo che ad un anno dalle elezioni amministrative, Spirito Libero non da per scontato alcuna alleanza futura diversamente da certe ipotizzate anche sui social dai soliti che sanno tutto, ma come lista civica siamo aperti al confronto programmatico con tutte le forze politiche. A maggior ragione dopo queste uscite, che peraltro non sappiamo neppure se condivise da tutti nel Pd.

Ci pare oltretutto strano che si facciano convegni e iniziative volte a parlare del futuro di Piombino soprattutto in campo economico dove puntualmente non è invitato l’assessore allo sviluppo economico del nostro comune e che poi ci venga consigliato anche di soprassedere e parlare di queste cose in seguito.

Che succede? Quando è il PD a promuovere discussioni è giusto parlarne e quando “osiamo” noi, bisogna star zitti? E’ importante peraltro ricordare che nel programma della Giunta Giuliani, che abbiamo contribuito insieme al Pd a scrivere, sul tema di nuovi porti si afferma chiaramente la necessità, in assenza della realizzazione del porto sotto Poggio Batteria, di valutare altre opportunità non escludendo assolutamente Marina di Salivoli e dopo tutti questi anni è palese la “morte” di Poggio Batteria, progetto ambizioso quanto probabilmente impossibile da attuare.

Infine ci sorprende la sorpresa: dove è la novità della nostra posizione? La nostra lista, o perlomeno una sua componente ha sostenuto la necessità di potenziare Marina di Salivoli almeno da tre mandati amministrativi durante i quali siamo stati in maggioranza col PD, per tre semplicissimi motivi:

  1. è un porto già esistente e dal punto di vista autorizzativo ha quindi corsie molto più rapide.
  2. con un ampliamento possono migliorare le sue potenzialità in termini di lavoro diretto, ma soprattutto di ritorno per la città, prevedendo una grossa percentuale di posti barca lasciati liberi per il transito e per i charter,  mentre ora accade di rado essendo questi posti esigui per le ridotte dimensioni del porto.
  3. l’ampliamento previsto non comprenderebbe né la spiaggia né lo scoglio di Orlando, ma va verso l’Elba senza intaccare, anzi probabilmente migliorando il delicato equilibrio tra balneazione e portualità che anche noi vogliamo non solo mantenere, ma migliorare.

Queste le nostre note posizioni: perciò a prescindere dalle opinioni favorevoli o contrarie del tutto legittime sull’ampliamento, riteniamo opportuno che di questo, come di tanti altri argomenti si dovrà parlare nei prossimi mesi per non compiere l’errore di non aver fatto un confronto con la gente e magari dire in seguito che “non ci hanno capito”.

Andrea Fanetti Coordinatore Spirito Libero per Piombino


Share Button