Suvereto. Il PD rifiuta il confronto aperto ai cittadini tra le due candidate-sindaco.

assembleaAssemblea Popolare lo aveva chiesto con una lettera inviata il 30 aprile scorso, proponendo un confronto tra Jessica Pasquini e Cristina Solignani da fare in piazza, moderato da un giornalista scelto di comune accordo e con la possibilità di fare domande da parte del pubblico alle candidate sindaco. Sono state fatte due riunioni ed era stata fissata anche una data: la sera del 19 maggio. Ma la lista della Solignani, sentito il partito, ha cercato di imporre un moderatore a loro gradito e non ha accettato che i cittadini possano fare domande alle candidate, neanche se scritte dalle persone e poi lette e selezionate dal giornalista.

L’altra lista si è mostrata titubante fin dall’inizio su questo confronto, nonostante Aps fosse venuta incontro alle paure di Uniamo Suvereto accettando di concordare i primi argomenti per mettere a proprio agio la candidata PD Solignani che frequentando il paese da soli 2 mesi può non conoscere molto di Suvereto come invece la Pasquini.Ci dispiace molto – ha detto il presidente di APS Nicola Giudici, – il confronto sarebbe stato giusto e utile per una scelta più consapevole da parte degli elettori”. Assemblea Popolare è sempre per fare iniziative a microfono aperto, dove ognuno possa dire la sua senza filtri e con libertà di parola. Per questo rivolge un ulteriore invito alla lista PD-Uniamo Suvereto ad essere in piazza per il confronto pubblico il 19 maggio alle 21.

Assemblea Popolare ci sarà comunque, dando la parola a tutti. Come può ambire a governare il Comune chi si rifiuta di dare la parola ai cittadini?


Share Button