assembleaPer qualche mese a Suvereto ha tenuto banco la questione Sa.Co.I. 3 tanto è stato detto, a volte anche troppo, ma questo è il prezzo che si paga quando si mettono in campo trasparenza e partecipazione, metodi che hanno sempre contraddistinto l’attuale amministrazione di Suvereto.
Il Sindaco e la Giunta hanno condiviso con i cittadini fin dalle prime battute la proposta progettuale di Terna con cui hanno responsabilmente portato avanti un dialogo finalizzato a trovare una risoluzione alle criticità dell’intervento, che fin da subito la maggioranza ha posto dinanzi alla società attraverso sindaco e giunta.

I risultati di questa azione che ha dato voce alle perplessità degli amministratori stessi, di Assemblea Popolare e dei cittadini , alcuni riunitisi in un comitato, sono le risposte positive alle richieste che Terna ha dato nell’ultimo tavolo tecnico del 7 Marzo e che saranno presentate a breve alla cittadinanza come impegni precisi: per la realizzazione del nuovo impianto non ci sarà nessun nuovo consumo di suolo ma riorganizzazione degli spazi interni alla sottostazione; sarà studiata una soluzione architettonica integrata con il paesaggio; con la nuova tecnologia ci sarà un miglioramento dell’impatto sonoro, posto che il nuovo impianto sempre in corrente continua non produrrà aumento di effetti rispetto al campo magnetico esistente; inoltre sarà perseguito un piano di interramento delle linee aeree che porterà alla scomparsa di 26 km di cavi , di cui 16km nel comune di Suvereto, con lo smantellamento dei relativi tralicci.

“Assemblea popolare e l’amministrazione hanno sempre portato avanti gli interessi della comunità – commenta il vicepresidente di Assemblea Popolare e capogruppo Simone Donnolimentre l’opposizione in questi mesi guardava e cercava di capire cosa elettoralmente gli convenisse più fare. Ora, avendo dovuto prendere atto della positiva conclusione di un percorso, il Partito Democratico cerca di prendersi meriti che assolutamente non ha. Quanto è stato ottenuto dall’Amministrazione è frutto di un lavoro di mediazione portato avanti con trasparenza e realismo mettendo il bene comune sopra tutto; riteniamo che avere deciso, in questo fase preelettorale, di dire con chiarezza quale sia la nostra posizione, rinviando a dopo le elezioni la sottoscrizione del protocollo di intesa (con ogni garanzia necessaria), sia un atto di correttezza istituzionale e di ulteriore dimostrazione di senso di responsabilità, certi che solo Assemblea Popolare potrà esserne garante per tutta la comunità ”


Share Button