Decreto fumoso: in  attesa di conoscere iquali saranno le Aziende del nostro territorio che si dovranno fermare.

uglCome Segreteria Provinciale UGLm facciamo nostre le parole del  Segretario nazionale Antonio Spera:  “la stretta sulle Fabbriche italiane è estremamente tardiva, ma ci fa tirare un sospiro di sollievo, perché dimostra una sensibilità diversa verso lavoratori e cittadini”. 

In queste ore siamo in  attesa di conoscere il  Decreto,  ancora abbastanza fumoso, per capire esattamente quali saranno le Aziende del nostro territorio che si dovranno fermare. Ma aldila’ dei codici Ateco, vogliamo ribadire che la nostra posizione  è sempre la stessa.  La salute dei lavoratori viene prima di tutto!
Difficile in questo momento, per le  Aziende, garantire la massima sicurezza e tutela della salute dei propri dipendenti. Come potrebbe essere diversamente dal momento che  l’unico luogo sicuro riconosciuto  dallo stesso Governo è la propria abitazione ?

Per questo motivo ci auspichiamo che anche  le Aziende della nostra provincia  decidano di fermarsi, in maniera preventiva  anche in previsione del picco dei contagi previsto, secondo gli esperti, nei prossimi giorni.  È evidente che non basta dare un kit di protezione (guanti e mascherina) ed un misero contentino di 100€ al mese, per lavarsi la coscienza.

Segreteria Provinciale UGLmetalmeccanici
 
 
 
Share Button