C’è un caso accertato di Coronavirus a Piombino, presenta i sintomi non gravi ed è attualmente ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Livorno.

VirusAsl sta ricostruendo i contatti della persona in questione; non appena fornirà i nominativi emetteremo le ordinanze di quarantena preventiva.
Alla luce di questo, il Comune ha attivato il Coc (Centro operativo comunale) per affrontare l’emergenza.

“Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri appena emanatospiega il sindaco Francesco Ferrari e la presenza di un caso riconosciuto sul territorio comunale, ho deciso di attivare immediatamente il tavolo tecnico comunale per affrontare l’emergenza nel migliore dei modi. Da questa mattina sono in riunione con i tecnici del Comune e di Asl per adottare tutte le misure contenute nel decreto del Presidente e avviare tutti i protocolli necessari. È ora ancor più essenziale che ogni cittadino applichi tutte le misure utili a prevenire il contagio. È un momento che richiede sacrificio e senso civico da parte di tutti noi: dobbiamo modificare le nostre abitudini per proteggere noi stessi e, soprattutto, le persone più fragili della nostra comunità”.

Nel nuovo decreto del Governo si amplia la zona rossa a tutta la Lombardia e ad altre quattordici province del centro nord. Per quanto riguarda il resto del territorio, incluso il nostro, il Governo ha applicato delle ulteriori misure oltre a quelle adottate dal precedente decreto.
Chiusi, quindi, i musei e le biblioteche nonché sospese le manifestazioni e gli spettacoli di qualsiasi natura. Chiuse anche discoteche, pub, scuole di ballo, sale scommesse e similari. Bar e ristoranti possono restare aperti ma sono chiamati a garantire il rispetto della distanza di sicurezza tra i clienti. Sospesi eventi sportivi e gare; i luoghi di culto possono rimanere aperti purché possano garantire la sicurezza dei fedeli evitando assembramenti.

Il Comune, attraverso la Polizia Municipale e insieme alle altre Forze dell’Ordine, vigilerà sul rispetto delle misure preventive anti contagio.

“Invito tutti – conclude il sindaco – ad attenersi strettamente alle misure emanate dal Governo. Dobbiamo contribuire tutti a rallentare la diffusione del virus e l’unico modo per farlo è applicare le misure di prevenzione e non farsi prendere dal panico inutilmente”.


Share Button