Il comitato chiede a Massimo Giuliani di intervenire su azienda e sindacati per favorire un confronto costruttivo tra le parti

PDIl comitato di lavoratori della cooperativa Unicoop Tirreno aderenti al Partito Democratico ha incontrato il sindaco di Piombino Massimo Giuliani al quale ha illustrato la situazione dell’azienda di Vignale, le cause che hanno portato ai problemi di oggi e l’importanza per i nostri territori e comunità che la Unicoop Tirreno, storica presenza nella grande distribuzione commerciale e anche importante presidio di cultura cooperativa, recuperi competitività e conservi la sua autonomia e identità.

Il comitato si è costituito proprio con l’intento di unire l’impegno, le idee e gli sforzi dei dipendenti della sede e dei dipendenti dei punti vendita tutti, per sostenere la salvaguardia dei posti di lavoro e per evidenziare la necessità che tutti gli sforzi e i sacrifici richiesti ai lavoratori siano proporzionati, equamente ripartiti, sostenibili e coerenti con l’impegno a salvaguardare il futuro dell’azienda e la sua ripresa.

Il comitato ha chiesto al sindaco di Piombino Massimo Giuliani di farsi interprete presso il tavolo regionale aperto in regione toscana sulla situazione di crisi della cooperativa, della necessità che il confronto tra azienda e sindacati riprenda con reciproco leale impegno e che il piano industriale per portare l’azienda fuori dalla crisi sia chiarito con maggiore precisione e definizione in modo da consentire una valutazione complessiva della sua portata.
In particolare il comitato ha chiesto al sindaco Giuliani di intervenire con tutti i mezzi a sua disposizione per favorire una ripresa costruttiva del dialogo tra azienda e sindacati, chiedendo con forza che le parti si presentino al prossimo incontro dell’11 dicembre con intenti costruttivi, disponibili alla ricerca di soluzioni condivise, nella reciproca legittimazione. Il fallimento di quell’incontro sarebbe incontrovertibilmente una sconfitta per tutti, sia per il nuovo management che per le organizzazioni sindacali, accentuando una conflittualità senza sbocchi che non gioverebbe alla cooperativa e anzi minerebbe l’idea stessa che l’impegno di tutti sia onestamente volto alla salvezza della cooperativa, aprendo la porta a tutt’altro genere di considerazioni.

Il sindaco Giuliani ha apprezzato l’impegno del comitato che oltre al problema della salvaguardia occupazionale pone il problema del rischio di ulteriore depauperamento dell’economia del territorio e ha assicurato il suo costante impegno per continuare a seguire la vertenza.



Share Button