Dopo tutte le scottature subite da questo territorio devono essere i lavoratori e i cittadini a decidere il loro futuro.

CIGMise1

Il 15 settembre JSW, nella persona di Marco Carrai, presenterà il piano industriale. Nel ribadire che, a nostro avviso, l’unica reale soluzione per lo stabilimento è che lo Stato ne riprenda il controllo assieme ad un Piano di Rinascita per Piombino, dobbiamo però prendere atto della cosa e chiediamo con forza ai Sindacati e a tutte le Istituzioni coinvolte (a partire dal Comune) che il giorno 15 non vi sia alcun assenso né scritto né verbale al piano industriale JSW il quale deve essere reso pubblico con i lavoratori che dovranno avere il tempo necessario per esaminarlo con attenzione prima di qualsiasi giudizio e non trovarsi ad esprimere immediatamente il loro parere nelle assemblee dei giorni successivi.

Come sempre le OO.SS perseverano nell’errore di tenere assemblee separate tra chi lavora e chi è a casa in CIG contribuendo al sentimento di distacco presente tra i lavoratori. Inoltre l’Amministrazione Comunale deve organizzare un percorso partecipativo che coinvolga i cittadini per valutarne le ricadute sul territorio.
Dopo tutte le scottature subite da questo territorio devono essere i lavoratori e i cittadini a decidere il loro futuro.

Coordinamento Articolo 1-Camping Cig


Share Button